Le finalità dell'associazione

L'Associazione italiana cultori di diritto agrario (A.I.C.D.A) ha la sua origine a Firenze nel giugno del 1960 ad opera dei Proff. Giangastone Bolla, Pietro Germani, Enrico Bassanelli, Carlo Frassoldati, Francesco Milani, Emilio Romagnoli, Antonio Carrozza, Attilio Parlagreco, Giovanni Galloni e dell'avv. Cesare Trebeschi.
L'associazione, sulla base dello statuto, ha come scopi quelli di promuovere la diffusione degli studi nel settore del diritto agrario, inteso secondo la recente declinazione di agricoltura-ambiente-alimentazione; di organizzare convegni, incontri e corsi di carattere teorico-pratico; di sviluppare i rapporti con gli organismi internazionali e dell'Unione Europea; di fornire consulenza agli organi legislativi ed amministrativi dello Stato, delle Regioni e degli Enti locali sulle varie questioni de iure condendo e de iure condito.
L'Associazione ha pubblicato per molti anni il Bollettino AICDA, notiziario di informazione sull'attività dell'Associazione in Italia e all'estero, e ha organizzato nel corso del tempo numerosi convegni sui temi più rilevanti del diritto agrario, pubblicando poi i relativi atti anche in volumi dedicati.
L'Associazione aderisce da oltre cinquant'anni al Comité Européen de Droit Rural.

Comunicazioni

© 2019 ASSOCIAZIONE ITALIANA CULTORI DI DIRITTO AGRARIO (A.I.C.D.A.) Contatti

INFORMATIVA SULLA PRIVACY
Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per consentire una migliore navigazione. Continuando a navigare su questo sito accettate i cookie. Per altre informazioni cliccate qui.